domenica 8 febbraio 2009

Rosticceria per festicciola in casa





Con la ricetta che segue si possono realizzare vari pezzi di rosticceria tipica siciliana come pizzette, calzoni, rollo`, ma anche pezzi dolci come ciambelline o iris.
Questo e` molto comodo in occasione di una riunione tra ragazzi in casa; con uno stesso impasto un vasto assortimento di "mignon" dolci e salati, ancora più assortiti se ci si inventa diversi ripieni. Oggi mi limiterò al procedimento per calzoni e rollo` (vedi figura).

Dosi per l`impasto:

1 k di farina 00
100 g. di zucchero
100 g di margarina o burro o strutto
20 g di sale
2 uova
acqua qb (500 g o più)
40 g di lievito di birra fresco (da aumentare a 60 o 70 se l` ambiente di lavoro e` freddo)

Procedimento pasta brioche:

Mettere tutti gli ingredienti insieme, eccetto l` acqua, in una grande insalatiera e cominciare ad impastare aggiungendo gradatamente l`acqua necessaria ad ottenere un impasto liscio e compatto (sbatterlo più volte sul piano di lavoro aiuterà ad ottenere la consistenza giusta).
Dividere l` impasto in tante piccole palline, grandi come arancinette; si potrebbe arrotolare l`impasto come una grosso salame e poi tagliarne dei pezzi regolari.

Per i rollo`:
Con 20 wurstel si ottengono 40 rollo`. Ogni pallina di impasto va arrotolata premendola delicatamente sul tavolo fino ad ottenete un rotolino sottile come un dito (vedi figura). Arrotolare ogni rotolino su un wurstel (come mostra la figura) fino a nasconderlo completamente.

Il pezzo ottenuto verra` diviso in due parti. Continuare cosi` fino a esaurimento dei wurstel. Poggiare i rollo` su una teglia rivestita di carta forno, spennellarli delicatamente con uovo battuto e decorare con semini di sesamo. Attendere lievitazione; questa si concluderà quando, premendo con un dito l`impasto, la fossetta ottenuta non ritornerà piu` a gonfiarsi .

Per i calzoni:
Le dosi sono orientative, dipendono, infatti, dalla quantità di ripieno desiderata:
Per 30/40 pezzi potrebbero bastare 2 mozzarelle ben sgocciolate e 300 g di prosciutto cotto.
I due ingredienti vanno tagliati a piccoli pezzi e mescolati insieme. In alternativa il ripieno potrebbe essere di verdura, carne o altro a piacere.

Ogni pallina di impasto, preparata prima, andrà stesa e appiattita con un matterello sul piano da lavoro rendendola ovale. Un po` di ripieno verra` poggiato su una meta` della forma e verranno sovrapposti i bordi a formare un raviolo. Spennellare bene i bordi con uovo sbattuto.
Per un effetto lucido spennellare anche l`intera superficie, altrimenti decorare con un velo di salsa di pomodoro e origano. Attendere la lievitazione.
Cuocere i pezzi ben lievitati in forno caldo a 220 gradi fino a colorazione avvenuta.

5 commenti:

Giovanna ha detto...

l'aspetto!

cuochetta ha detto...

anch'io :)

whitewillow ha detto...

slurp!!!!!

cassandrina ha detto...

Altro che festicciola quasi un baccanale!
Aspetto super invitante e oltretutto molto versatile questo impasto.
In Sicilia non ve la si fa in fatto di buona cucina eh!

Gialla ha detto...

Uhhh la osticceria! mitica!!!

Se ti va passa da me che sto promuovendo una raccolta di ricette cromaticamente gialle e mi farebbe piacere averti tra i partecipanti!

A presto
Gialla